MASTER SPECIALISTICO

Master in Series Development

con il sostegno di NETFLIX

MASTER SPECIALISTICO

Master in Series Development

con il sostegno di NETFLIX

Master in Series Development - Sviluppo e produzione creativa della serialità

Il Master specialistico, organizzato dalla Civica Scuola di Cinema con il sostegno di Netflix, nasce con l'obiettivo di formare una delle figure chiave più richieste dal settore audiovisivo nell'ambito della serialità: il Development Executive.

Scheda corso logo Civica Netflix sin

Descrizione e obiettivi del Master

Il consumo e la produzione di serie tv, soprattutto dopo l’introduzione dei servizi di Video on Demand in streaming, è incrementato esponenzialmente negli ultimi anni, ponendo il genere della serialità come genere principe deputato all’innovazione e alla qualità.

Si stima che annualmente vengano prodotte nel mondo circa 2000 serie/stagioni (cfr. Séries Mania).
Netflix, presente in 190 paesi, ha giocato in questo fenomeno un ruolo di primo piano e di driver dell’innovazione, dando alla serialità un ruolo di grande importanza nella propria offerta di intrattenimento, e costruendo un’ampia e variegata offerta che non si basa solo su produzioni provenienti da Hollywood, bensì su storie provenienti da molti paesi, dalla Turchia alla Korea, dal Messico al Medio Oriente, dal Giappone all’Italia stessa, e rese disponibili ad un pubblico internazionale.

Per quanto riguarda l’Italia, il 2° Rapporto sulla produzione audiovisiva italiana (cfr. APA 2020) evidenzia che le coproduzioni internazionali nel triennio 2018-2020 sono cresciute del 150% su quello precedente.
Sempre sul fronte italiano, Netflix nel 2020 ha lanciato 5 nuove stagioni di produzioni seriali italiane, e ha annunciato di volerne raddoppiare il numero entro il 2022.

Il “Master in Series Development - Sviluppo e produzione creativa della serialità” nasce quindi dall’esigenza di offrire nuove professionalità competitive a livello italiano e internazionale, che possano operare nel nuovo mercato che include, oltre ai player tradizionali, i nuovi servizi di VoD in streaming.

Una formazione quindi, per la prima volta:

  • calibrata su prodotti locali, che hanno l’ambizione di essere goduti anche da un pubblico internazionale (nell’ottica di un mercato globale e non più solo domestico), e innovativi
  • focalizzata principalmente sulla fase di Sviluppo del prodotto (più che sulla fase a monte di Ideazione, appannaggio di soggettisti e creatori o sulla fase a valle di Physical Production), e sull’audiovisivo scripted seriale (più che su quello cinematografico, o televisivo unscripted)

Il supporto di Netflix

Netflix, desiderando supportare la crescita delle professionalità legate al mondo dello sviluppo seriale in Italia, ha deciso di sostenere il Master per le sue prime 3 edizioni, offrendo docenze da parte di suoi collaboratori, sostenendo la comunicazione, ma soprattutto contribuendo con borse di studio, totali o parziali, per offrire questa opportunità a tutti i talenti, senza limitazioni, che desiderino entrare nel mondo dell’audiovisivo.

Sia la Civica Scuola di Cinema che Netflix sono infatti impegnati nella difesa del valore dell’Inclusione, e quindi la selezione degli studenti terrà il più possibile conto di questo valore, oltre che dei criteri sopra segnalati, tramite condizioni di accesso paritetiche, attente ai valori della diversità, della multiculturalità e alle differenze di condizioni socio-economiche.

Il Master avrà comunque libertà e ricchezza di contributi, dando spazio sia in termini di docenze che di stage ad ogni produttore, fornitore o meno di Netflix, e ad ogni broadcasters/fornitore di servizi audiovisivi, inclusi competitor diretti e indiretti della piattaforma, senza limitazioni e vincoli. "Content is king", dovunque si trovi qualità e innovazione.

Una delle figure chiave per un upgrade del livello qualitativo della produzione seriale è quella del Development Executive, presente sia all’interno delle case di produzione, che all’interno dei broadcasters/fornitori di servizi audiovisivi (in Italia: Rai, Sky, Mediaset, Fox/Disney, Netflix, Amazon Prime Video, Disney Plus, Timvision). Questa figura assume una rilevanza strategica per il suo ruolo di controllo e presidio editoriale.

Il Development Executive si occupa infatti del coordinamento editoriale e della coerenza narrativa del prodotto, nel quadro d'insieme della struttura narrativa, e della rispondenza della sceneggiatura al Concept e alla linea editoriale concordata tra fornitore di servizi audiovisivi e Produttore.

Non si occupa infatti solo della redazione delle note di scrittura e dell’affiancamento alla writers’ room, ma anche, ad esempio, della ricerca di soggetti sia in termini di opere letterarie che di altre IP, e della presentazione dei progetti, inclusa la redazione di materiali scritti e audiovisivi.

Il Development Executive idealmente non opera esclusivamente nella fase di Sviluppo strettamente intesa, ma accompagna tutto il ciclo di vita del prodotto, inclusa la Produzione, la Post-produzione e la Promozione, e quindi la figura diventa assimilabile a quella di un Produttore Delegato o di un Produttore Creativo. Naturalmente tali figure sono i ruoli di entrata da cui si sviluppano quelli successivi, dirigenziali, di Head of Development e Head of Drama.

Questi i requisiti essenziali della figura:

  • conoscenza del mercato scripted italiano e internazionale
  • conoscenza approfondita della Sceneggiatura, della Narratologia e dello Storytelling
  • conoscenza dei principi di Produzione Audiovisiva (tra cui Planning e Budgeting)
  • sensibilità editoriale
  • ottima conoscenza della lingua inglese
  • capacità di dialogare con autorevolezza e intelligenza emotiva con committenti e autori

I contenuti formativi del Master saranno focalizzati per due terzi su tematiche editoriali, e per un terzo su tematiche afferenti al mercato, alla distribuzione e ai diritti (inclusi gli schemi contrattualistici), alle problematiche produttive (inclusi i budget, la gestione del cast e della troupe), e al marketing (sia inteso come analisi della domanda sia come capacità di far emergere selling points). Quindi l’approccio non sarà esclusivamente umanistico/editoriale ma anche di business, anche tenendo conto del fatto che il Development Executive spesso include nelle sue mansioni anche la supervisione alle fasi di shooting, di post-produzione e la collaborazione alle fasi di distribuzione e di marketing.

Rispetto ai generi audiovisivi, il focus sarà sullo scripted seriale live action, ma verranno incluse anche testimonianze riguardanti il cinema e l’animazione.

Il mercato

  • La catena del valore: OTT, Broadcasters, Produttori indipendenti, Produttori esecutivi, Boutique creative
  • Il mercato internazionale della serialità (focus su alcuni mercati extraeuropei, es. Israele), il mercato europeo (focus su alcuni mercati nazionali europei: es Francia), il mercato italiano
  • I Business Model dei servizi VoD: SVoD, TVoD, AVoD
  • Strategie commerciali e impatto sugli aspetti editoriali: Produzione in house, appalto, coproduzione, preacquisto, acquisto
  • Tendenze del mercato della serialità internazionale e italiana, in termini di business e in termini editoriali
  • I Festival e i mercati internazionali - Séries Mania (partecipazione al Festival)

Il lavoro di sviluppo, oltre la fase di sviluppo

  • I ruoli, le fasi e le attività del reparto di sviluppo
  • Il Development Executive all’interno della società di produzione, il Produttore Delegato all’interno del Broadcaster: ruolo e processo
  • Le Intellectual Properties: originali e derivate - Lo scouting delle IP. Lo scouting e l’adattamento letterario
  • Lo scouting dei talenti autoriali - La gestione delle submissions
  • La writers’ room
  • Il Pitching ai commissioners - Come si prepara un Pitch deck - Come si fa un Pitch - Esercitazioni pratiche
  • Physical Production: Pre-produzione, Set e Post-produzione
  • Gli step e gli output: Concept, Sinossi, Soggetti, Bibbie, Trattamenti, Sceneggiature - Il Pilot
  • Il lavoro di Editing: gli strumenti del mestiere- L’importanza del ritmo
  • La relazione con gli Autori, il Produttore, il Commissioner, il Cast, il Regista - La gestione dei conflitti

Gli aspetti editoriali

  • Recap dei principi di Storytelling - Lo Storytelling seriale - Le domande della storia
  • I Generi e i sottogeneri dello Scripted - I confini e le ibridazioni con l’Unscripted
  • I formati: Miniserie, Collection, Media serialità, lunga serialità
  • I target
  • I tags
  • Principi di Sceneggiatura
  • Serie plot-driven e serie characters-driven - Il lavoro sui personaggi
  • Case studies e analisi di prodotti seriali di differenti generi, formati, target
  • Focus: l’Animazione
  • Esercitazioni pratiche di sviluppo, analisi ed editing

Il Marketing

  • Il Marketing editoriale: il Target - L’analisi delle audience, Ratings e altri KPI - I selling points
  • Programming nei canali lineari, Content discovery e recommendation nei VoD
  • Promozione: come si promuove e si comunica una serie - Case studies

Gli aspetti produttivi

  • Fasi e ruoli del processo di produzione, dalla miniserie alla lunga serialità
  • Il Piano di produzione - Il Piano di lavorazione, lo spoglio della sceneggiatura
  • Il Budget e il Piano finanziario - Production values
  • Fonti di finanziamento: Film Fund internazionali, Creative Europe, MIC ex MibacT, Film Fund regionali, Tax credit - Product placement & Branded content
  • La fase di Pre-Produzione
  • La fase di Set
  • Casting e gestione dei Talent
  • La fase di Post-Produzione

Gli aspetti legali

  • Nozioni giuridiche sull’IP
  • Elementi di contrattualistica
  • Diritti e finestre di sfruttamento
  • Aspetti etici e deontologici

Testimonianze aziendali

  • Le linee editoriali dei Broadcasters e degli OTT, le esigenze di commissioning
  • Netflix - Netflix Francia - Netflix Italia
  • Rai
  • Sky Italia
  • Le linee editoriali delle società di produzione italiane - Case studies
    Cattleya, Cross productions, Fabula Pictures, Fandango, Groenlandia, Indiana Production, Indigo Film, Lotus Production, Lucky Red, Movimenti Production, Studio Bozzetto, The apartment Pictures, 3zero2tv


Tra i docenti del Master:

  • Ezio Abbate, sceneggiatore
  • Nicola Allieta, Distribution and Production Executive True Content Entertainment, London
  • Eddie Bertozzi, Film Acquisition & Marketing, Academy Two
  • Elisa Boltri, Head of Product Placement, Development Department, Cattleya
  • Giulia Calenda, sceneggiatrice
  • Daniela Cardini, docente di Format e Serie TV e di Teoria e Tecnica del Linguaggio TV, IULM
  • Lucia Carta, Legal & Business Affairs Director, Netflix Italia
  • Ilaria Castiglioni, Originals Manager, Netflix Italia
  • Nicola De Angelis, CEO, Fabula Pictures
  • Giorgia De Paolis, Head of Legal and Business Affairs, Wildside
  • Jimmy Desmarais, Director French Original Series, Netflix France, Paris
  • Donatella Di Benedetto, Produttore Delegato, Cattleya
  • Licia Eminenti, Script Consultant, Development & Co-production Expert, docente Residenza di scrittura Moulin D'Andé, Paris
  • Giulio Fasano, Music Supervisor
  • Claudia Foghini, Physical Production Originals Director, Netflix Italia
  • Franco Fraternale, Story Editor, docente Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti
  • Maria Francesca Gagliardi, Scout letterario
  • Lorenzo Gangarossa, Head of International Production, Wildside
  • Stefano Gnasso, Head of Content Discovery & Recommendation, Mediaset
  • Collective Grams, Collettivo di Scrittura
  • Kim Gualino, Head of Development Film & TV, Indiana Production
  • Cristina Gusmini, Marketing Director Series, Netflix Italia
  • Karen Hassan, Head of Marketing & Communication, Cattleya
  • Emiliano Lambiase, docente di Psicoterapia Cognitivo Interpersonale, consulente per produzioni televisive e teatrali
  • Alessio Lazzareschi, Partner Studio Legale BLM (Bellettini Lazzareschi Mustilli)
  • Christopher Mack, Creative Talent Investment & Development Director, Netflix LA
  • Emanuele Marchesi, Head of Development, Sky Italia
  • Alessandro Mascheroni, Executive Producer, Indiana Production
  • Massimo Miglioretti, professore Associato di Lavoro e Psicologia Organizzativa, Università Bicocca
  • Nicole Norwood, Director Local Language Originals Italy Netflix, LA
  • Claudia Panzica, Postproduction Manager, Netflix Italia
  • François Pier Pélinard-Lambert, caporedattore Le Film Francais, International Advisor Festival Séries Mania
  • Barbara Petronio, Head of Development Lotus Production, Writer Producer
  • Miranda Pisione, docente di Sceneggiatura, autrice
  • Alessia Polli, Head of Development, Groenlandia
  • Franz Rodenkirchen, International Script Consultant, Berlin
  • Marco Rosi, Associate Producer
  • Sonia Rovai, Head of Scripted Productions, Sky Italia
  • Giuseppe Saccà, Direttore Contenuti 3zero2tv
  • Luigi Sales, Branded Entertainment, Content Marketing Specialist, QMI
  • Silvia Sandrone, Project Officer Creative Europe Italian desk
  • Giorgio Scorza, Founder e Co-CEO, Movimenti Production
  • Ole Søndberg, Partner & Executive Producer, True Content Entertainment, Copenhagen
  • Lorraine Sullivan, Creative Talent Investment & Development Manager, EMEA Netflix, Montreal
  • Cyril Tysz, Writer, Story Editor, Producer, Series Development Teacher, Sorbonne, INA e CEEA, Paris
  • Françoise Von Roy, International Script Consultant, Berlin
  • Sofia Wanting Hassing, CEO, Partner & Executive Producer, True Content Entertainment, Copenhagen
  • Bruno Zambardino, Head of European Affairs and Italy Movies, DG Cinema and Audiovisual MIC
  • Michele Zatta, Executive Producer Rai Fiction, Rai

Testimonianze

  • Tinni Andreatta, VP Original Drama, Netflix Italia
  • Ludovico Bessegato (tbd), Showrunner, Skam Italia, sceneggiatore, regista
  • Daniel Campos Pavoncelli, Head of Film & TV, Indiana Production
  • Francesca Cima, Co-Founder Indigo Film
  • Nils Hartmann, Director Original Productions, Sky Italia
  • Nicola Lusuardi, Head of Development The Apartment Pictures, docente Serial Eyes, Series Lab, Centro Sperimentale
  • Domenico Procacci (tbd), Founder Fandango
  • Maddalena Rinaldo, Head of Content, Cross Productions
  • Matteo Rovere (tbd), CEO Groenlandia
  • Serena Sostegni, Head of Development, Lucky Red
  • Riccardo Tozzi, Fondatore e Presidente, Cattleya

Sono membri del Board del Master:

  • Minnie Ferrara, Direttrice del Master, Direttrice Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti
  • Alessandra Alessandri, Progettista e Coordinatrice del Master, Head Hunter per l’audiovisivo
  • Ira Rubini, Coordinatrice del Corso di sceneggiatura Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti
  • Lorraine Sullivan, Creative Talent Investment & Development Manager EMEA Netflix
  • Ilaria Castiglioni, Netflix Italia Originals Manager

La fase d’aula avrà cura di privilegiare metodologie didattiche attive: esercitazioni di gruppo e individuali, case histories, role playing, testimonianze aziendali.

E’ pensata in presenza (compatibilmente con le condizioni pandemiche generali), tranne che per alcuni dei docenti fuori sede e soprattutto per quelli internazionali, da cui verrà erogata a distanza, in modalità e-learning.

Il Project Work finale consisterà nella preparazione, in piccoli gruppi, di progetti scripted (originali o frutto di un lavoro di scouting), nell’allestimento di un pitch deck, e in un vero e proprio pitching finale in lingua inglese, rivolto alle case di produzione ospitanti gli stage, nella giornata conclusiva della fase d’aula.

Verrà inoltre offerto a tutti i corsisti, durante la fase d’aula, un servizio aggiuntivo e personalizzato di Counseling. Oltre alle ore d’aula dedicate all'ingresso nel mercato del lavoro, al personal branding e ai tools relativi, verranno effettuati colloqui individuali, come feedback sul percorso formativo, preliminarmente all’assegnazione degli stage e in ottica di placement.

A tutti gli studenti che ne faranno richiesta (salvo giovani professionisti che abbiano già in corso significative esperienze in ruolo analogo) verrà offerto uno stage.

Lo stage, opzionale, avrà una durata di 6 mesi e prevederà un rimborso spese (tranne differenti policies delle specifiche società, che verranno segnalate ai corsisti). Lo stage potrà avvenire presso case di produzione di fiction, broadcaster televisivi o servizi VoD.

Ad oggi sono confermate le seguenti aziende ospitanti: Rai (Roma), Sky Italia (Milano), Cattleya (Roma), Cross Productions (Roma), Fabula Pictures (Roma), Garbo Produzioni (Roma), Groenlandia (Roma), Indiana Production (Roma), Indigo Film (Roma), Lucky Red (Roma), Lux Vide (Roma), Movimenti Production (Milano), Studio Bozzetto (Milano),The Apartment Pictures (Roma), 3zero2 Tv (Roma), Wildside (Roma).

Per tutti i corsisti è prevista, al termine del percorso del Master, una giornata finale di bilancio dell’esperienza di stage, in cui tutti coloro che avranno terminato il tirocinio presenteranno ai colleghi corsisti una relazione sulla propria esperienza e sulla specifica realtà ospitante, in modo da condividerne gli apprendimenti.

Il costo del Master è di 8.600 Euro, IVA inclusa, da corrispondere come segue:

  • 3.000 euro all'ammissione il 30 settembre 2021
  • 2.800 euro entro il 30 dicembre 2021
  • 2.800 euro entro il 28 febbraio 2022

Netflix sostiene il Master con borse di studio:

  • 7 borse di studio a copertura dell'intero costo del corso (8.600 Euro)*
  • 6 borse di studio a copertura di metà costo del corso (4.300 Euro)*
  • 4 contributi alle spese per corsisti fuori sede (3.500 Euro)*

*al lordo delle ritenute di legge se dovute.

Scarica il Bando e la Domanda di partecipazione per le borse di studio

Neolaureati e professionisti junior.

Il Master partirà da un livello avanzato di conoscenza dei principi di scrittura audiovisiva, da testare durante le fasi di selezioni, per consentire una focalizzazione su tematiche di livello “pro” e non puramente accademico.

Ai fini della partecipazione alla selezione si darà pertanto per scontata la conoscenza di alcuni testi fondamentali in ambito editoriale (a puro titolo esemplificativo Il viaggio dell’Eroe di Chris Vogler - Dino Audino Editore, 1996)

Requisiti d'accesso

Obbligatori:

  • Laurea in Arte e Tecnologia del Cinema e dell'Audiovisivo, Laurea triennale in Lettere e Filosofia, Scienze della Comunicazione, DAMS, Economia della Cultura, Design della Comunicazione.
    Altri titoli attinenti al settore di riferimento del Master saranno valutati dalla commissione di selezione, a suo insindacabile giudizio.
    I candidati che hanno completato il proprio percorso di studi all’estero devono essere in possesso di un titolo di studio equivalente a una laurea italiana
  • ottima conoscenza della lingua italiana (C1)
  • buona conoscenza della lingua inglese (B2)
Preferenziali:
  • esperienza professionale o para-professionale nell’industria audiovisiva
  • ottima conoscenza della lingua inglese (C1)
Master in Series Development