DIPLOMA EQUIPOLLENTE ALLA LAUREA TRIENNALE

ARTE E TECNOLOGIA DEL CINEMA E DELL'AUDIOVISIVO

Suono

biennio di specializzazione

DIPLOMA EQUIPOLLENTE ALLA LAUREA TRIENNALE

ARTE E TECNOLOGIA DEL CINEMA E DELL'AUDIOVISIVO

Suono

biennio di specializzazione

Descrizione corso

Il mondo sonoro del film è una costruzione tecnica e narrativa, quanto il mondo visivo.

L’indirizzo di Suono prepara alla professione di fonico per la presa diretta e sound design. La formazione affronta ad alto livello un esteso ventaglio di competenze pratiche e teoriche legate alla sonorizzazione delle immagini in movimento.

Dall’analisi della sceneggiatura alla progettazione e realizzazione delle riprese del suono fino alla postproduzione della colonna, gli studenti imparano a collaborare sul piano tecnico e creativo con i registi e con gli altri reparti, e alla fine del corso avranno all’attivo molti prodotti diversi: cortometraggi, documentari, ripresa di spettacoli e concerti, spot e prodotti immersivi con audio binaurale.

L’attività laboratoriale e produttiva è affiancata dall’approfondimento della teoria e del linguaggio cinematografico con riguardo al suono e allo sviluppo della capacità di ascolto, formando professionisti capaci di affrontare problemi sia tecnici che estetici propri del mondo contemporaneo dell’audiovisivo, dei nuovi media, del cinema e della televisione.

Il 2° anno nell’indirizzo di Suono è dedicato all’acquisizione degli strumenti tecnici e linguistici fondamentali e alle prime realizzazioni, tramite moduli di teoria e pratica su software e hardware, oltre ad un insegnamento continuo di carattere teorico-tecnico.

Durante la prima parte del 3° anno lo studente approfondisce e integra le tecniche apprese l’anno precedente per applicarle ai film realizzati in troupe con studenti dei vari indirizzi. In particolare il secondo semestre verte esclusivamente sulle produzioni, mano a mano più complesse fino ai film di diploma.

La pratica produttiva è un elemento fondamentale nel nostro percorso formativo.
I progetti rispondono, di anno in anno, alle esigenze del mercato dell’audiovisivo contemporaneo.

Teoria tecnica/Linguaggio ed estetica del suono nel montaggio cinematografico
Durante il secondo anno e parte del terzo l’apprendimento pratico è affiancato continuativamente da corsi che affrontano sia le materie tecniche dall’acustica al digitale, che il linguaggio del suono nel film, attraverso lezioni e attività laboratoriali.
Le materie di studio comprendono, per l’aspetto tecnico, fondamenti di acustica, di elettrotecnica, di fisica dei trasduttori e audio digitale; per l’aspetto narrativo, linguaggio cinematografico e dei media visivi, analisi di film e comprensione dell’ascolto e dei paesaggi sonori.

Tecniche di ripresa audio
Uno dei due campi di apprendimento su cui si fonda il corso è la presa diretta del suono. Sotto la conduzione di professionisti del settore, lo studente segue nel corso degli studi vari moduli di presa diretta, di difficoltà progressiva, con utilizzo e conoscenza di differenti attrezzature di ripresa sonora in diverse situazioni ambientali. A questo si aggiungono laboratori quali quelli in collaborazione con gli operatori di ripresa per i movimenti di macchina, o in collaborazione con il corso di Produzione per la presa diretta di cortometraggi, propedeutici alle produzioni vere e proprie del 3° anno.

Missaggio, postproduzione e Sound design
L’altro campo di apprendimento fondamentale dell’indirizzo di Suono riguarda il missaggio e la postproduzione audio.
Il software di riferimento del settore è Avid ProTools HD e relativi plug-in. Viene dato ampio spazio all’apprendimento di ProTools in moduli specifici oltre che durante i vari moduli di postproduzione che ne fanno uso:
Postproduzione per il cinema
Audio/video TV e postproduzione per la televisione
Teoria e pratica della realizzazione di prodotti audio multi canale
Sound Design per il cinema e la televisione.

La configurazione di Avid ProTools HD è completa e comprende lo studio e la pratica dei controller ProTools e l’ascolto calibrato in salette surround 5+1.
Il workflow audio viene approfondito con lo studio e la pratica dei mixer analogici e digitali.

Gli studenti affrontano inoltre l’ambito del doppiaggio e re-recording, con pratica di:
Registrazione di suoni sincronizzati (Foley); Midi
Laboratorio DeNoise
Nuove tecnologie: audio per games, VR, binaurale.

La scuola di Cinema Luchino Visconti, e in particolare il corso di Suono, collabora con la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado: gli studenti del corso di Musica per il Cinema compongono e registrano le musiche che gli studenti di Suono impiegano nel missaggio delle colonne sonore dei film realizzati.

Tesi
Ogni studente elabora, sotto la supervisione di un relatore, una tesi su un argomento a sua scelta. Dopo l'analisi e l'approvazione delle proposte di argomento, il lavoro procede con incontri regolari, mirati alla verifica progressiva del lavoro. La tesi verrà presentata e discussa all'esame di Laurea.

La programmazione sopra riportata è a titolo esemplificativo e può essere soggetta a cambiamenti o variazioni per ragioni didattiche.

L’attività produttiva è una delle caratteristiche qualificanti di ogni indirizzo, perché permette di mettere alla prova e verificare sul campo le conoscenze acquisite. Si tratta di un concreto avvicinamento al mondo del lavoro, del quale si sperimentano modalità, procedure e ritmi, pur strutturandoli didatticamente per permettere ad ogni allievo di misurarsi e sviluppare capacità e attitudini proprie.

Gli studenti, organizzati in troupe e guidati da docenti e tutor, hanno la responsabilità della ripresa del suono in fase di produzione e del sound design in fase di post-produzione dei prodotti previsti dal piano didattico.

Durante il 2° anno tutti i reparti sono coinvolti nella loro prima esperienza produttiva, i Format TV, sotto la guida di tutor professionisti di ciascun settore. Gli studenti partecipano alla realizzazione di format televisivi multicamera per la ripresa del sonoro, la gestione dei servizi e la trasmissione dei segnali audio-video della diretta dallo studio TV.

Il secondo semestre del 3° anno è interamente dedicato alle produzioni. Gli studenti di suono collaborano con gli altri corsi per la produzione di diversi prodotti cinematografici e audiovisivi curandone sia la presa diretta che il mix e la postproduzione, in uno stretto calendario produttivo.

Tra i prodotti principali vengono montati cortometraggi di fiction, TV series, documentari (di cui uno interattivo), eventi esterni con regia mobile multicamera, spot e altri contenuti. Alcune produzioni possono essere realizzate in collaborazione con enti e realtà esterne alla Scuola.

Per la presa diretta sono a disposizione microfoni, radiomicrofoni, microfono per suono 360° ambisonico, mixer e registratori digitali di alto profilo utilizzati comunemente nelle produzioni professionali.

Le aule di postproduzione sono dotate di postazioni MacPro, con AVID ProTools HD, plugin Waves e iZotope e configurazione surround 5.1. L’hardware aggiuntivo comprende controller Control 24 e vari Mixer digitali Yamaha. Le aule sono supportate da un server Avid Nexis in rete, che permette workflow condivisi tra postazioni di suono e montaggio e un efficiente flusso di lavoro tra Avid, DaVinci Resolve e ProTools nelle fasi di postproduzione.

Agli studenti del biennio di Suono è richiesto di avere come dotazione personale obbligatoria il seguente materiale:
cuffie audio di buona qualità
computer notebook (Mac o PC)

Il corso forma fonici di ripresa e postproduzione in grado di collocarsi nel mercato professionale con le necessarie competenze tecniche e una conoscenza del suono sia come entità creativa autonoma che in relazione alle immagini.
Gli ambiti sono molteplici: fonico di presa diretta e microfonista per ogni genere di opera cinematografica e audiovisiva, sia come libero professionista che presso case di produzione o service; realizzatore tecnico, fonico, microfonista per produzioni ed emittenti televisive; montatore del suono e sound designer per il cinema, la televisione, la radio, i media digitali, le installazioni multimediali.

I posti disponibili per il biennio di Suono sono al massimo 12. Vi accedono gli studenti che dimostrino di possedere l’interesse, la motivazione e le caratteristiche individuali necessarie: spiccato interesse per il suono e gli aspetti tecnici, estetici e creativi ad esso legati, predisposizione al lavoro in gruppo, capacità di organizzazione dei flussi di lavoro in autonomia ed in team.

L’ammissione al biennio avviene alla fine del 1° anno attraverso un esame di indirizzo che prevede un colloquio basato sull’analisi del montaggio del suono di uno o più testi audiovisivi, nei quali il suono e la musica presentano aspetti di creatività, originalità ed interesse. Il candidato dovrà inoltre dimostrare di conoscere gli argomenti relativi all’audio svolti durante il 1° anno.

Ogni materia di insegnamento prevede un esame di profitto che potrà essere svolto in una delle seguenti modalità: esame scritto o orale, elaborato (scritto o in formato multimediale), valutazione in itinere dell'attività laboratoriale.

Ogni anno di corso prevede il conseguimento di 60 crediti formativi (180 per i tre anni).

Per accedere al passaggio tra un anno e l’altro è necessario aver sostenuto e superato tutti gli esami di profitto.

Per accedere all'esame conclusivo è necessario avere sostenuto e superato tutti gli esami di profitto dell’anno e presentare un elaborato conclusivo concordato con i docenti di riferimento (tesi).