DIPLOMA EQUIPOLLENTE ALLA LAUREA TRIENNALE

ARTE E TECNOLOGIA DEL CINEMA E DELL'AUDIOVISIVO

Realizzazione Multimediale

biennio di specializzazione

DIPLOMA EQUIPOLLENTE ALLA LAUREA TRIENNALE

ARTE E TECNOLOGIA DEL CINEMA E DELL'AUDIOVISIVO

Realizzazione Multimediale

biennio di specializzazione

Descrizione corso

L’indirizzo di Realizzazione Multimediale approfondisce teorie e pratiche della produzione multimediale, la storia dei media, le esperienze contemporanee nel campo della comunicazione, dell’arte, dello spettacolo, lo studio dei linguaggi e delle tecnologie digitali. L’obiettivo è la formazione di professionalità con competenze multidisciplinari necessarie per progettare e realizzare contenuti ed esperienze multimediali. Viene sviluppata inoltre la capacità di aggiornare permanentemente le proprie conoscenze misurandosi costantemente con nuove tecnologie e metodologie di lavoro.

Elementi caratterizzanti sono la presenza simultanea di media di diverso tipo (video, immagini audio, testi, animazioni, 3D, dataset etc) e relativa post produzione ( compositing, montaggio, editing ), l’interattività, la diffusione e comunicazione attraverso canali tradizionali e non (schermi, device, proiezioni e videomapping, browser, app, superfici non convenzionali ) in vari ambiti applicativi (cinema, televisione, arti multimediali, installazioni, web, live performance, videogiochi, realtà aumentata e virtuale).

Durante il 2° anno lo studente di Realizzazione Multimediale acquisisce la formazione teorica e le tecniche di base della progettazione e realizzazione di contenuti e prodotti multimediali. La formazione è organizzata in moduli didattici teorici e/o pratici che introducono le principali tecniche e linguaggi di riferimento del corso. Il 3° anno, dopo un’inizio pensato per affinare e integrare le competenze acquisite, è in gran parte dedicato alle produzioni individuali, di gruppo e in collaborazione con gli altri indirizzi.

Tecniche di base
(Pratiche e linguaggi della ripresa video, della fotografia, audio e del montaggio, Fondamenti di scrittura, Sound design, Formati digitali e codifica)
Grazie ad un approccio che privilegia da subito lo studio pratico delle tecniche, dell’uso delle attrezzature e del software, nella prima parte dell’anno gli studenti sviluppano le capacità di base necessarie per la creazione di contenuti: scrittura, ripresa video e fotografica, ripresa audio dal vivo e sound design, montaggio. Le esercitazioni e i progetti in itinere sono pensati per verificare l’apprendimento e sviluppare la creatività degli studenti.

Linguaggio ed estetica dei media
(Linguaggi audiovisivi, Storia dei nuovi media, Arti multimediali, Cinema sperimentale)
Parallelamente alle lezioni teorico pratiche, i moduli didattici di studio affrontano la teoria dei linguaggi audiovisivi, la storia dei nuovi media e lo studio delle arti multimediali e del cinema sperimentale. Attraverso lo studio di testi, di audiovisivi e con la discussione in aula viene ampliata la preparazione storica, teorica e culturale degli studenti.

Post produzione, compositing, design
(Photoshop, After Effects, Visual Design, Sound Design)
Vengono introdotte le principali tecniche di post produzione, l’uso di Photoshop per il fotoritocco e per la composizione creativa e di After Effects per il compositing e l’animazione video; i principi del Visual Design e della grafica per la multimedialità e per la comunicazione; le principali tecniche di Sound Design.

Multimedialità applicata e nuove tecnologie
(Contenuti per il web, Format TV, Interattività applicata, Videogioco, Realtà aumentata)
I moduli teorico pratici forniscono agli studenti la grammatica di base su nuovi media, nuove tecnologie, videogiochi, mostre e installazioni multimediali, contenuti per il web, tecniche base dell’UX design, applicazione software; la storia, le tipologie e le tecniche dei videogiochi; lo studio dell’interattività applicata attraverso la realizzazione di esempi pratici con appositi software (es. Unity 3D, Touchdesigner); il videomapping; i contenuti per l’AR e la fruizione attraverso relativi device.

Progettazione, produzione multimediale, content making
(Storytelling, Mostre e installazioni, Storyboard, Processi produttivi, Regia multicamera/live performance)
Gli studenti approfondiscono i temi relativi al content making, alla narrazione, alla progettazione visiva confrontandosi con l’ideazione, l’organizzazione e la gestione di progetti multimediali complessi che vanno dall’allestimento di mostre e installazioni alla realizzazione di live performance.

Tesi
Ogni studente elabora, sotto la supervisione di un relatore, una tesi su un argomento a sua scelta. Dopo l'analisi e l'approvazione delle proposte di argomento, il lavoro procede con incontri regolari, mirati alla verifica progressiva del lavoro. La tesi verrà presentata e discussa all'esame di Laurea.

La programmazione sopra riportata è a titolo esemplificativo e può essere soggetta a cambiamenti o variazioni per ragioni didattiche.

L’attività produttiva è una delle caratteristiche qualificanti di ogni indirizzo, perchè permette di mettere alla prova e verificare sul campo le conoscenze acquisite. Si tratta di un concreto avvicinamento al mondo del lavoro, del quale si sperimentano modalità, procedure e ritmi, pur strutturandoli didatticamente per permettere ad ogni allievo di misurarsi e sviluppare capacità e attitudini proprie.

Oltre alle esercitazioni didattiche e produttive specifiche dei moduli didattici del corso di Realizzazione Multimediale, durante il 2° anno gli studenti sono coinvolti nella produzione di Format TV. Lavorando in collaborazione con tutti gli altri indirizzi, gli studenti sono responsabili della progettazione e finalizzazione di tutti i contributi multimediali televisivi e web, della loro gestione live e dello streaming.
Il progetto finale del 2° anno prevede la progettazione e la realizzazione di lavori individuali.

Durante il 3° anno gli studenti collaborano ad una Regia multicamera con Produzione, Regia, Ripresa e Fotografia, Suono e Montaggio, alla creazione di uno spettacolo/evento che verrà poi ripreso live attraverso la regia mobile multicamera. Gli studenti di Realizzazione Multimediale sono responsabili della creazione dei contenuti e della messa in scena live dello stesso. In questo modulo viene approfondito l’uso di tecniche e software per le live performance (es. Resolume Arena, P5-Processing, Touchdesigner etc).

Seguono le produzioni finali a cui sono dedicati gli ultimi mesi di corso.

Videogioco/progetto crossmediale – realizzato con gli studenti del corso di Animazione sotto la guida di tutor del settore, vengono messe in atto tutte le fasi di ideazione, realizzazione e pubblicazione di un videogioco o progetto narrativo crossmediale: design, character design, storytelling e sceneggiatura, graphic e sound design, programmazione, test, revisione e deployment/pubblicazione.

Il Documentario multimediale, oggetto narrativo e multimediale complesso in cui gli studenti e le specializzazioni che vi partecipano collaborano alla sperimentazione e definizione di modalità narrative, tecniche di produzione e realizzazione, nuove tecnologie (ad es. VR e video 360), software, installazioni, interazioni con il web, eventi di presentazione e apertura al pubblico.

Oltre al magazzino di materiale professionale ripresa video, audio, fotografica, e agli studi di ripresa, gli studenti di Realizzazione Multimediale hanno a disposizione: 3 aule multimediali con postazioni individuali e tutti i software necessari per corsi e produzioni (Adobe CC, Unity, Touchdesigner, Resolume Arena etc.), workstation dedicate per installazioni e live, videoproiettori, camere 360°, visori VR/AR, Raspberry PI, superfici di controllo etc.

Agli studenti del biennio è richiesto di dotarsi di un computer portatile personale, con sistema operativo Windows o Mac Os a scelta dello studente.

Il percorso formativo di Realizzazione Multimediale è organizzato in modo da offrire agli studenti una conoscenza a 360° dello scenario in continuo mutamento dei media contemporanei e delle relative professioni, garantendo agli studenti la necessaria conoscenza per intraprendere una carriera professionale sia nel mondo dei media tradizionali di riferimento come il cinema, il video, la fotografia, sia nel campo dei nuovi media.

I posti disponibili per il biennio di Animazione vanno fino a un massimo di 10. Vi accedono gli studenti che dimostrino di possedere doti di creatività, interesse per la materia, disponibilità al lavoro prolungato. La capacità nel disegno è apprezzata, ma la sua assenza non costituisce preclusione all’ammissione.

L’ammissione al biennio avviene alla fine del 1° anno attraverso un esame di indirizzo che prevede un colloquio che verterà sulle motivazioni del candidato, l’analisi di una sequenza di immagini precedentemente realizzata secondo le indicazioni fornite dai docenti e una prova pratica.

Tutti i corsi del biennio, divisi in due semestri, iniziano ai primi di ottobre e terminano a giugno.
La frequenza quotidiana è obbligatoria, dal lunedì al venerdì (dalle 9.30 alle 17.30, con una pausa di un’ora alle 13.30). Sono consentite assenze fino ad un massimo del 20% del monte ore annuale, il cui superamento comporta l’esclusione dello studente dal percorso didattico.

Sono possibili ore di frequenza straordinaria oltre l'orario e nei weekend, a seconda delle esigenze richieste per la realizzazione dei prodotti audiovisivi previsti dal piano didattico.

Ogni materia di insegnamento prevede un esame di profitto che potrà essere svolto in una delle seguenti modalità: esame scritto o orale, elaborato (scritto o in formato multimediale), valutazione in itinere dell'attività laboratoriale.
Ogni anno di corso prevede il conseguimento di 60 crediti formativi (180 per i tre anni).

Per accedere al passaggio tra un anno e l’altro è necessario aver sostenuto e superato tutti gli esami di profitto.

Per accedere all'esame conclusivo è necessario avere sostenuto e superato tutti gli esami di profitto dell’anno e presentare un elaborato conclusivo concordato con i docenti di riferimento (tesi).

A partire dalle immatricolazioni A.A. 2018/ 2019 il corso di "Arte e Tecnologia del Cinema e dell'Audiovisivo" è equipollente alla Laurea triennale di 1°livello (Classe di laurea L-03 discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda) – Decreto Ministeriale n. 412 del 18 maggio 2018.

L’incontro tra la formazione e il mercato dell’audiovisivo è favorito dal Servizio di Job Placement/Avviamento al lavoro. Il Servizio, attraverso uno stretto raccordo con la docenza, gli studenti e le realtà produttive, svolge un’azione di consolidamento dei rapporti con le case ospitanti e promuove nuovi contatti grazie ad un’attività di sviluppo sul territorio.
Gli studenti in corso possono svolgere tirocini curriculari così come gli studenti diplomati hanno facoltà di inserirsi in contesti lavorativi attraverso l’erogazione di tirocini extra curriculari presso case di produzione, emittenti televisive, società di post produzione, videonoleggi, agenzie pubblicitarie e altro.
Alcune delle realtà con cui la Scuola collabora sono: Rai, Sky, Magnolia, Fremantlemedia Italia, Yam112003, Edi Effetti Digitali Italiani, Indiana Production, 3Zero2, Gut Smemoranda, FTM di Fatma Ruffini, Magnitudo.

Avviamento al lavoro
L’ Avviamento al lavoro si estende ai neo diplomati e si attiva su richiesta da parte delle realtà produttive che intendono inserire nel proprio team giovani professionisti.
Negli anni, diversi neo diplomati hanno avuto l’opportunità di entrare in contesti professionali tramite i contatti attivati dalla Scuola. Le ultime società che hanno formalizzato il rapporto di lavoro sono Magnolia, 3Zero2, Edi, Gut Smemoranda, Magnitudo, Badeschi film, You Are.

Altri Corsi

Arte e Tecnologia del Cinema e dell'Audiovisivo