Tonino Curagi


Tonino Curagi nasce a Roma, ma vive a Milano dall'infanzia. Studia filosofia e si diploma alla Civica Scuola di cinema di Milano nel 1981 con la regia di “Prima e dopo il deserto” premio Filmmaker 1982, trasmesso da Rai3. Con la regia di “Le mille cose infinite” riceve il premio Filmmaker 1985, trasmesso da Rai3. Dal 1984 al 1988 lavora come Tv Producer in un’agenzia pubblicitaria americana con sede a Milano. Dal 1988 lavora come regista di spot (Key Award 1997) e documentari per il settore pubblicitario e televisivo (Rai, Mediaset, TMC, Tele+, etc.). Dal 1993 realizza, in co-regia con Anna Gorio, vari documentari presentati a numerosi festival cinematografici tra i quali: “Dolenti compagni di viaggio” (1995), premiato al 13° Torino Film Festival, trasmesso dalla Televisione Svizzera Italiana (TSI); “Malamilano” (1997), premio al 23° Festival Internazionale del Film Turistico e al 4° Premio Libero Bizzarri, trasmesso da TSI, Planete e History Channel; “Io sono invisibile” (2000), trasmesso da Tele+ e Planete; “Occhi di ragazza” (2000), premio “Planete” a Filmmaker 2000 e all'8° Premio Libero Bizzarri; “Il mondo alla rovescia: appunti sul cabaret milanese”(2002), trasmesso da Tele+ e Sky, in concorso al 44° Festival dei Popoli di Firenze; “Via San Dionigi, 93: storia di un campo rom” (2007), in concorso al 48° Festival dei Popoli di Firenze, premio miglior documentario italiano al 2° Visioni Fuori Raccordo Film Festival di Roma; “Morando Morandini: non sono che un critico” (2009), premio miglior documentario al Parma Video Film Festival 2010. Dal 1998 insegna alla Civica Scuola di Cinema Televisione e Nuovi Media (Milano Cinema e Televisione) e dal 2003 è il coordinatore del corso serale di Documentario.