Stefano Anselmi


Stefano Anselmi, milanese, quarantadue anni, primo aiuto regia, regista e sceneggiatore.

Ha pubblicato saggi sul cinema italiano contemporaneo (contenuti nei volumi Patchwork 2 e Un’invisibile presenza editi entrambi dal Castoro).

Primo aiuto regia di solida esperienza quasi ventennale, spazia dalla televisione multicamera (Uno Mattina, L’italia sul due, I fatti vostri) alla fiction tv di prima serata (Max e Hélène di Giacomo Battiato, Trilussa con Michele Placido, Il segreto di Arianna e Sospetti di Gianni Lepre, Questa è la mia terra di Raffaele Mertes).

Al cinema, passa da collaborazioni con mostri sacri dell’industria italiana come Carlo Vanzina (In questo mondo di ladri) a operazioni di opere prime low budget su temi giovanili (Almeno tu nell’universo e Ultimi della classe) in cui viene chiamato per supportare con la propria esperienza l’opera di giovani registi esordienti.

Il suo cortometraggio Alice vince numerosi premi in Italia e in Europa, esce poi in sala distribuito dallIstituto Luce. Nel 2016 realizzerà il documentario L’italiano che inventò il cinema, sulla dimenticata figura del pioniere del cinema italiano, Filoteo Alberini.

Dal 2008 al 2011 è regista di 40 episodi della prima e seconda serie della fiction di Rai Tre Agrodolce, sotto la supervisione di Gianni Minoli per Rai Fiction.

Ha diretto negli anni diversi commercial, video istituzionali per clienti come Poste Italiane (In store marketing) e Università Bocconi (pubblicità per il web per SDA Bocconi) e i documentari Una visita in fabbrica e Opinioni di un clown che sono stati premiati in vari festival e hanno avuto passaggi televisivi.

Nel 2015 realizza la drammaturgia e la messinscena del progetto olografico Teodolinda e Virgilio di Daniele Baldacci (Olos©) per il Padiglione della Regione Lombardia a Expo 2015 e cura la regia tecnica per il documentario Racconti della Briganta con Lina Sastri.

Tra il 2016 e il 2017 è aiuto regia per la serie tv Disney Alex & Co. e primo aiuto regia - per gli episodi firmati da Andrea Molaioli - della serie tv Suburra, prodotta da Cattleya per Netflix; nello stesso periodo ha filmato la regia dello spot Start Calcio per Sky Italia.
Nell'ottobre del 2018 esce il suo primo film da regista per il cinema, la commedia Non è vero ma ci credo, prodotta da Notorious Pictures, Lotus Production e Minerva Pictures.