Video Gallery

Incontro con il regista Abbas Fahdel

In Progress LAB - Due date, tre appuntamenti organizzati da MFN – Milano Film Network in collaborazione con Filmmaker Festival e Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti

In occasione della 39° edizione di Filmmaker Festival, la Civica Scuola Luchino Visconti, il 21 novembre 2019, incontra Abbas Fahdel (Babilonia, 1959) regista, sceneggiatore e critico cinematografico franco-iracheno.
Il regista di Homeland (Iraq Year Zero) (2015) primo premio a Filmmaker nel 2015 - presentato in anteprima al festival Visions du Reel e uno dei migliori documentari degli ultimi anni, nell'intervista parla del suo cinema del reale.

Abbas Fahdel (Babilonia, 1959) regista, sceneggiatore e critico cinematografico franco-iracheno. Vive in Francia da quando ha 18 anni. Studia cinema all’Università della Sorbonne ottenendo un dottorato di ricerca. Ritorna in Iraq nel 2002, grazie al passaporto francese, dove realizza Back to Babylon una ricerca tra i suoi amici di infanzia sulla situazione nel Paese. Nel 2004 è di nuovo in Iraq per girare un film sulla sua famiglia, e appena rientrato in Francia inizia l'invasione americana. Due mesi dopo torna e trova una situazione di caos e di violenza che sarà il soggetto di We Iraqis, attraverso il quale fornirà un resoconto intimo e dettagliato delle fasi precedenti e quelle immediatamente successive all’invasione americana. Nel 2008 firma il suo primo film di finzione, Dawn of the World, amara riflessione sulle conseguenze della Guerra del Golfo. Homeland (Iraq Year Zero) (2015) primo premio a Filmmaker nel 2015 - presentato in anteprima al festival Visions du Reel, si impone come uno dei migliori documentari degli ultimi anni. Yara (2018) segue la vita di una ragazza che abita in una zona spopolata del Libano.