Tommaso Barbaro


Diplomato nel corso di Tecnico Audio Video presso Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti. Montatore del suono e fonico di presa diretta in ambito cinematografico per produzioni presentate in diversi festival internazionali. Ha lavorato con diversi registi quali: Soldini, Parenti/D’Anolfi, Venier, Marazzi, Testi, Diritti, Lucini.

Nel 2019 il film documentario The disappearance of my mother di Beniamino Barrese, di cui ha curato il montaggio del suono e il mix, è stato presentato in concorso internazionale al Sundance Film Festival. Nel 2020 riceve una nomination per Best Use of Sound & Music al Berlin Commerical per il film Rumori dei Samen.
Parallelamente al cinema si occupa di sound design in campo pubblicitario per diverse case di produzione come Indiana, Movie Magic, BRW, Pulse Films, DUDE, Miyagi. Tra le varie collaborazioni vanta quella con Netflix per la parte promozionale.

7 di anni di esperienza come tecnico del suono per il canale televisivo Eurosport, da diversi anni fonico di sala presso Anteo Palazzo del Cinema per dirette via satellite di anteprime nazionali cinematografiche per registi quali: Soldini, Paolo e Vittorio Taviani, Pif, Marco Tullio Giordana, Andrea Segre, Cristina Comencini, Ermanno Olmi e molti altri.

Dal 2016 collabora con l’università HES-SO / Haute Ecole Arc Ingénierie Saint-Imier con il dipartimento di Computer Graphics per il sound design e la programmazione sonora di videogames applicati a differenti devices come tablet e VR360. Dal 2019, sempre nel settore dei videogames, lavora con l’azienda inglese Slitherine come sound designer.

Nel 2020 si occupa del sound design e mix del primo digitale Green Carpet Fashion Awards al mondo realizzato con effetti speciali e realtà aumentata, al progetto hanno preso parte, tra i vari: Robert Downey Jr, Colin Firth, Cate Blanchett e Julianne Moore.

Collabora in qualità di tutor e docente con diverse scuole cinematografiche come: Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, Centro Sperimentale di Cinematografia sede Lombardia, ZeLIG scuola di documentario, CISA di Locarno.