Gianluca e Massimiliano De Serio


Torino, 1978.

Gemelli, lavorano insieme dal 1999. Negli anni hanno prodotto vari film brevi e documentari che hanno partecipato ai più importanti festival di cinema nazionali e internazionali, aggiudicandosi numerosi premi. Hanno esordito nel lungometraggio per il cinema con Sette opere di misericordia nel 2011, presentato in anteprima nel concorso internazionale del Festival del Film Locarno.
Protagonisti dei lavori dei De Serio sono identità sradicate, alle prese con una continua ridefinizione di sé, o identità collettive, inedite e interstiziali, in un percorso ibrido tra messa in scena, memoria e performance, dove il lavoro filmico diventa luogo di scambio e strumento per emergere dall’invisibilità.
Tra i film e i documentari realizzati: Sette opere di misericordia, Bakroman, L'Esame di Xhodi, Zakaria, Mio fratello Yang, Maria Jesus, Il giorno del santo. Tra le installazioni: Looking for Luminita, Stanze, Bakroman, No fire zone, Dialoghi del Lys Love, Leo, Come l’acciaio, Sestetto, Tanatologia, 14 maggio 1958, Shade, Gru, variazione per coro di sei gru e altoparlante, Neverending Maria Jesus, Lezioni di arabo.
Tra i riconoscimenti: Premio Don Quixote e Premio Giuria Giovani al festival di Locarno; Prix du Jury Meilleure Mise en Scene al festival internazionale di Marrakech; Miglior film a Journées du Cinéma Italien, Nice; Grand Prix Annecy Cinéma Italien; Premio "Navicella" Cinema Italiano. Candidatura agli European Academy Awards per il cortometraggio, il Nastro d'Argento per il Miglior Cortometraggio, il Nastro d'Argento per la Miglior Sceneggiatura di cortometraggio (2005), il Nastro d'Argento per la Miglior Produzione di cortometraggio, due candidature al David di Donatello per il cortometraggio, la candidatura al Globo d'Oro (per il corto e per il lungometraggio). Miglior corto a Edinburgh International Film Festival, Festival Internazionale del Cortometraggio di Oberhausen, Internationales Trickfilm-Festival di Stoccarda, Huesca, Vendome, miglior corto italiano in pellicola per tre anni consecutivi al Torino Film Festival.
Sette opere di misericordia è stato nominato per il Nastro d’Argento per miglior film d’esordio, per miglior suono e per il miglior attore protagonista.
Tra le retrospettive a loro dedicate: Der Neue Heimatfilm Film Festival, Linz, Austria; Arcipelago Film Festival, Roma; Museo de Arte Moderno La Tertullia, Cali, Colombia; Contemporary Art Center di Tel Aviv, Israele; Vendome Film Festival, Francia; Institut National d’Histoire de l’Art, Parigi.
Dal 2005 partecipano a diverse mostre personali e collettive, con film e videoinstallazioni. Tra le mostre collettive: 2013. The 338 Hour Cineclub, Fondazione Sandretto. Note, backstages, sketches, libri per un’opera, Fondazione Merz. 2012/13. Stanze per Artists’ film International exhibitions: Whitechapel Londra; Para/Site, Hong Kong; Henie Onstad Kunstsenter, Hovikkoden (Oslo); Istanbul Modern, Istanbul; Ballroom Marfa, Texas; City Gallery, Wellington, New Zeland; Fundacion Proa, Buenos Aires; San Art, Ho Chi Minh City; Belgrade Cultural Centre, Belgrade; Cinematheque de Tangier, Tangier; New Media Center, Haifa; Neue Berliner Kunstverein Video-Forum, Berlin; Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, Bergamo. 2012. The Wordly House, Documenta 13, Kassel. Visioni, Civitella del Tronto. Il Belpaese dell’arte. Etica ed Estetica della nazione, GAMEC Bergamo. Io non ho mani che mi accarezzino il volto, Mole Vanvitelliana, Ancona. L’Italia alla finestra, Barockkeller der Kaiserlichen Hofburg, Innsbruck, Austria. 00Italia, CeSAC, Caraglio (CN). 2010, MAXXI, Premio Italia Arte Contemporanea, Roma (Premio speciale della giuria). Speackle imaging - viewpoints on documentarism in contemporary art, Tokyo, Waseda Univeristy. The Documentary, Prometeogallery, Milano. Au pair, Fondazione Menegaz, Pescara, Italy. Ablo, Collezione Video Sandretto Re Rebaudendo, Rotonda della Besana, Milano. Mal d'archive, La friche belle mai, Marseille. 2009 Italian Open, Annet Genlink Gallery, Amsterdam. Report, Video in onda dall’Italia, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea, Monfalcone. 2008 The Psychology of the Pawn, Participant Inc. New York. Manifesta7, Trento. Workshop Fondazione Banna per l’Arte contemporanea, Torino, Italia. Rencontres International Paris-Berlin, Paris, Berlin e Madrid. 2006 Neverending Cinema, Galleria Civica di Trento. Confini, MAN, Nuoro. T1. La Sindrome di Pantagruel, Fondazione Merz, Torino.
Tra le mostre personali: 2014. Un ritorno, Castello di Rivoli, MAN, Fondazione Pescheria, Castel Sant’Elmo, MAGA Gallarate, MUSMA, Museo del Novecento. 2013. Esecuzione, MACRO, Roma. 2012. Stanze, Museo Diffuso della Resistenza, Deportazione, Guerra, Diritti e della Libertà, Torino. Vitrine, Looking for Luminita, GAM, Torino. 2010. No Fire Zone, Fondazione Merz, Torino. Bakroman, Ar-ge Kunst, Bolzano. 2009. Love, Guido Costa Projects, Torino. Love, the trilogy, Vartaji Gallery, Vilnius, Lituhania. Spazio Filmico, Leo, Castello di Rivoli. 2008 Videozone 4, The Center for Contemporary Art, Tel Aviv. Love, Guido Costa Projects, Torino.
Gianluca e Massimiliano insegnano presso la NABA e la Scuola Holden. Hanno fondato dal 2012 Il Piccolo Cinema, Società di mutuo soccorso cinematografico.