CORSI BREVI / ESERCIZI DI CINEMA

Gli strumenti del Montaggio

Principi e prassi del montaggio audiovisivo

Descrizione Corso

a cura di Claudio Cipelletti (50 h - serali)

Date del corso: 1 - 29 febbraio 2016

Il Filmmaker è una figura con competenze trasversali, la cui conoscenza tecnica deve crescere di pari passo con la sensibilità artistica. Il corso propone un'alfabetizzazione ai linguaggi fondamentali del mondo dell’audiovisivo attraverso un percorso interdisciplinare tra sceneggiatura, produzione, ripresa e montaggio, in cui apprendere a vedere, immaginare e trasformare un pensiero in un’immagine di qualità.

Programma

Principi e prassi del montaggio audiovisivo

Il montatore costruisce la narrazione lavorando espressivamente il tempo, attraverso la visione, l’analisi e la ricomposizione del materiale visivo e sonoro.
Il corso introduce alla pratica del montaggio; per illustrarla propone un continuo parallelo tra uso dello strumento (software), aspetto linguistico (strutturare il linguaggio), aspetti tecnici (segnale video, media digitali) attraverso esercizi e brevi incursioni nella storia del montaggio. Software NLE utilizzato: Premiere Pro CC. Obbiettivi: essere consapevoli del linguaggio e mettere in condizione di gestire correttamente il flusso di lavoro di base del montaggio digitale, imparando a cercare autonomamente gli approfondimenti specifici mano a mano che se ne presenta la necessità.

prima settimana (12 ore)

  • Costruire nel tempo e costruire nell’immagine: montaggio orizzontale e verticale. L’invenzione dello stacco: cosa è, come mai funziona. Il montaggio in continuità. Strumenti: apertura di progetto e sequenza in Premiere, in/out points e cut editing. Esercizi: montaggio a stacco di una sequenza muta.
  • Sei punti per uno stacco corretto. Ritmo interno e tracciato dell’occhio. La corrispondenza: lo sguardo, il piano d’ascolto. Strumenti: gestione audio sorgente. Esercizio: messa in fila di un dialogo.
  • Continuità dell’emozione. Montaggio fine. Strumenti: trim e controllo delle tracce. Esercizio: accavallamento audio. Tecnica: la natura del segnale video, scansione progressiva e interlacciata, bianco e nero e colore.

seconda settimana (12 ore)

  • Tecnica: frame rate, risoluzioni, ratio, compressione digitale. Capire la natura dei media digitali per gestirli correttamente. Strumenti: interpretazione del metraggio. Rallenty. Esercizio: impostazioni manuali della sequenza, convivenza di formati eterogenei nella stessa sequenza.
  • Quando il film dice “mentre”: il montaggio alternato. Un altro tipo di alternanza: il montaggio parallelo e concettuale. Esercizio: montaggio alternato di azioni contemporanee. Aggiungere elementi grafici (titoli). Strumenti: la titolatrice. Esercizio: sottotitolazione con criteri standard.
  • Il suono. Importanza del montaggio sonoro. Strumenti: gestione canali, audio meter, loudness meter, rubber band, estrazione audio, merge, mixer clip e traccia, equalize, pitch. Esercizi: la messa a ciak. Sincronizzazione di un doppiaggio. Aggiunta di una musica e mix audio.

terza settimana (12 ore)

  • Il montaggio multicamera: quando si usa e perché. Tecnica: time code e sincronismi. Strumenti: sincronizzazione multicamera; sequenze nidificate. Esercizio: montaggio intervista a due camere.
  • Uso delle “coperture”. Nascondere un taglio, usare le fotografie. Strumenti: gestire più tracce indipendentemente; morph cut; occultare un volto con motion tracking. Esercizio: completare l’intervista, montare una alternativa monocamera.
  • Montare dentro l’inquadratura: il compositing. Preparare le immagini in Photoshop. Usare i tutorial online. Strumenti: controlli motion e interpolazioni; effetti applicati e dynamic link. Esercizi: interpolazioni; animare layer indipendenti di una figura.

quarta settimana (12 ore)

  • Laboratorio: montaggio di un breve corto o di un breve filmato multimediale. Verifica dei risultati.

incontro finale (2 ore)

  • Visione collettiva dei prodotti, conclusioni.